3a Domenica di Avvento

11 DICEMBRE, 2022

3a Domenica di Avvento:
“È questa la nostra gioia: Il Signore è vicino!”

“Si rallegrino il deserto e la terra arida” (Is 35, 1)

Una bella notizia! Si schiudano le orecchie dei sordi:
“Dio è gioia!”. E di gioia indicibile sarà inondata la nostra terra.
La gioia di Dio è come l’acqua che ristora e che feconda ogni deserto umano, ogni aridità interiore.
Troppi cuori fanno della tristezza umana l’antidoto alla gioia di Dio!
Gesù è il Cristoterapeuta della gioia!
È Lui, solo Lui, che è venuto a parlare del Dio amore come l’avvento della gioia divina.
Finalmente, con il Natale di Gesù, per il mondo che si rallegra senza Cristo, condannandosi alla morte, viene la “gioia vera”, quella “𝘤𝘩𝘦 𝘯𝘦𝘴𝘴𝘶𝘯𝘰 𝘱𝘰𝘵𝘳𝘢̀ 𝘮𝘢𝘪 𝘵𝘰𝘨𝘭𝘪𝘦𝘳𝘷𝘪” (𝘎𝘷 16, 23).
Perché, allora, barattare il Figlio di Maria con tutte le gioie figlie del potere, del possedere, del piacere?
Perché, allora, cercare gioia in pratiche pseudo-spirituali, in superstizioni e idolatrie, che ci rendono schiavi e che alla distanza deludono e mortificano?
Gesù è gioia stabile, che resiste ai lutti e ai dolori della vita!
Gesù è gioia che non inganna alcun uomo e che gli restituisce dignità!
Gesù è gioia che non svuota il portafoglio e che arricchisce la vita, per sempre!
Maranathá!
La gioia di Gesù è venuta. La gioia di Gesù viene
E già si sente il canto degli angeli…

Altri Articoli

Share This