La Risurrezione – Paolo Uccello

(1397-1475)

28 MARZO, 2024

Paolo Doni (1397-1475), detto Paolo Uccello per la sua predilezione di soggetti animali, è stato un pittore influente della scena artistica fiorentina del XV secolo.

A lui si deve una significativa sperimentazione in epoca rinascimentale rispetto all’estetica tardogotica dominante, all’insegna di una “narrazione” che privilegiava il senso dell’armonia e della figurazione prospettica.

La Resurrezione è una vetrata del 1443, conservata nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore, Duomo di Firenze.
Nel soggetto di Paolo Uccello il Cristo si erge vittorioso sulla morte, stagliandosi su un sarcofago aperto e non sul tradizionale sepolcro, ed circondato dai bagliori luminosi della risurrezione.
La mano sinistra del Risorto regge il vessillo crociato; l’altra mostra i segni della crocifissione.
La vetrata colpisce per la cura dei particolari e per i diversi piani prospettici che presenta. Su tutti, proprio l’immagine del Cristo in movimento verso l’alto, a significare la sua natura divina.

Contemplare questo dipinto su vetro, che per sua natura lascia trasparire la luce che viene dall’esterno e che dall’esterno colora l’interno dello spazio sacro su cui si affaccia, ci permette di cogliere meglio la figura del Cristo: di lui, nel Credo Niceno-Costantinopolitano, diciamo “Luce da luce, Dio vero da Dio vero”.

Altri Articoli

Share This